Skip to content

Vivo, morto o X

9 marzo 2010

Cazzo siamo scesi così in basso che l’Iraq ci dà lezioni di democrazia e legalità. Allawi dichiara che le etnie per lui non contano e si andrà ad un governo di larga partecipazione multi-etnica. In Italia si plaude alla “Padania” che accetta finalmente Ballotelli (sono sotto shock, l’ovvio che fa notizia) e si cambiano le regole del gioco elettorale praticamente all’89’. Gli osservatori ONU alle elezioni in qualche landa desolata dell’ex URSS e gli israeliani chiedono che l’Iran sia espulso dalle nazioni unite. E l’Italia? Cioè, cazzo, nessuno che guarda a cosa sta succedendo qui.

Vorrei che qualcuno chiedesse l’espulsione dell’Italia dalle nazioni unite e che gli osservatori ONU presenziassero alle prossime elezioni regionali. Sai che ridere, i preti davanti ai seggi cacciati via da qualcuno che ha il coraggio di farlo!

Ma forse non ci meritiamo nemmeno questo. Credo che in Iraq, nell’ex URSS e perfino nella Cina totalitaria si lotti più che Italia. Cioè, intendo, la gente  sta riuscendo, pur con enormi difficoltà, a cambiare le cose perchè lotta e ci crede.

L’Italia è ormai un paese di gente che  non s’interessa nemmeno più delle proprie cose, figuriamoci a quelle di tutti. Siamo troppo presi da farmville su facebook e dalla finalissima del grande fratello per aprire la finestra e sentire l’aria pensante di ventennio fuori dalla nostra casetta (per quanto ancora)?

Conosco un mucchio di persone che hanno la fortuna (di questi tempi, poi) di lavorare per aziende che promuovono le politiche di rappresentanza e di partecipazione. Spesso in maniera ipocrita ma….cazzo vuoi non approfittarne? E invece si, la realtà supera l’immaginazione. Ogni volta che c’è una carica da eleggere, c’è sempre e solo un unico candidato, fortemente sostenuto dalla dirigenza. Le votazioni, quando si svolgono (chè con un solo candidato ed una carica da coprire, cosa vuoi votare?) hanno un’affluenza che al confronto in Nigeria se la ridono credendosi paladini della democrazia.

Ed allora, cosa vuoi cambiare? Quando mi parli di lotta dall’interno, a cosa di riferisci? Forse stai lottando così dall’interno che non ti si vede nemmeno più. Spero tu non sia stato completamente metabolizzato. Spero che qualcosa di te rimanga, perchè quel qualcosa potrebbe risvegliarsi in futuro. Se invece sei stato metabolizzato, amen.

Ci meritiamo proprio questo, tutto questo e null’altro.

Spero invece in chi lotta dall’esterno. Spero in chi, scegliendo una linea diversa, condivide le proprie esperienze con gli altri e continua a credere ed a dimostrare che un altro modo è possibile.

Buona vita a tutti, almeno a chi non è ancora morto dentro.

Io non mi allineo

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14 marzo 2010 21:15

    Parole sante!!! Non allineiamoci e non abituiamoci, non abituiamoci a tutto solo perché è così …
    LaStancaSylvie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: