Skip to content

Rifiuti

10 febbraio 2010

E’ da un pò che penso di scrivere di rifiuti. Uno dice: non hai argomento migliore?

Il fatto è che, nonostante le informazioni ancora insufficienti, i rifiuti che produciamo sono davvero un problema. La raccolta differenziata non decolla (le centrali nucleari si costruiscono, ma un modo intelligente per raccoglierei i rifiuti ancora no) e comunque non è la soluzione. Non lo è soprattutto se si guarda al bilancio energetico in aggiunta alla velocità d’intasamento delle discariche.

Già da tempo, infatti, i pochi che non sono annebbiati dai soldi delle lobby (petrolieri, potenti dei rifiuti, etc), parlano di riduzione dei rifiuti all’origine e di riuso, preferibilmente in loco.

La riduzione all’origine contribuisce al minor utilizzo di materie prime ed a ridurre i trasporti…..l’ambiente e la nostra salute ringraziano. Il PIL ne soffre e noi ci godiamo!!

Il riuso contribuisce a non intasare le discariche, ancora a ridurre i trasporti (riuso in loco) ed a ridurre l’energia in ballo nel processo di riciclo.

Ma come si fa a ridurre all’origine ed a riutilizzare al massimo quel che rimane?

Eccovi un prima-dopo del mio ciclo dei rifiuti:

Umido: prima lo differenziavo e, se tutto andava bene, lo ricompravo sotto forma di compost. Adesso il compost lo faccio a casa, direttamente nell’orto. Riduzione del 100% dei rifiuti prodotti.

Carta: prima la differenziavo e, se tutto andava bene, la ricompravo come carta riciclata. Adesso ho molta meno carta da gestire (meno acquisti al supermercato, più autoproduzione o acquisti locali) e quella che rimane la riuso per accedere la stufa o come pacciamatura dell’orto (grazie anche al fatto che l’inchiostro utilizzato in occidente non contiene piombo). Riduzione del 100% dei rifiuti prodotti.

Plastica: prima la differenziavo e, se tutto andava bene, la ricompravo come plastica riciclata. Anche adesso la plastica fa la stessa fine, dato che è poco o nulla  riutilizzabile (a parte le bottiglie che nell’orto servono a proteggere gli alberi dai conigli). Ho però ridotto moltissimo all’origine, dato che non compro più carne, pesce e frutta “in pratiche confezioni da ipermercato”. Riduzione del 40-50% dei rifiuti prodotti.

Vetro/alluminio: prima li differenziavo e, se tutto andava bene, li ricompravo come materiali riciclati. Adesso il vetro lo riutilizzo per metterci le conserve mentre l’alluminio continuo a differenziarlo e portarlo in discarica. Anche qui ho ridotto moltissimo all’origine, dato che non compro più “in pratiche confezioni da ipermercato”. Riduzione del 40-50% dei rifiuti prodotti.

Altro (secco): questo è quel poco che resta. La gestione prima-dopo non ha avuto grosse variazioni se non per la riduzione della quantità all’origine per i motivi di cui sopra. Riduzione del 20% dei rifiuti prodotti.

Altro (verde): prima non ne producevo, adesso ne produco in gran quantità (sfalci, potature, etc) ma lo riuso al 100% come pacciamatura dell’orto e combustibile per la stufa.

Insomma, se è vero (ed è vero) che i rifiuti sono una gran bella rottura di balle per l’ambiente, la salute e le nostre tasche, l’averne ridotto del 70-80% la quantità prodotta mi ha fatto risparmiare un bel pò di soldini, oltre che di diossine ed altre schifezze varie. Anche questi s’aggiungono ai soldi che non mi serviranno, che quindi non dovrò guadagnare, e quindi a tempo che potrò liberare e dedicare ad altro che al lavoro.

Non male vero?

Tutto con un orto ed una stufa a legna, a sostituire un marciapiede ed il metano che ti da una mano (dove non lo ha mai detto!).

Buona vita a tutti

Io non mi allineo.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 11 febbraio 2010 19:43

    mi riconosco in molti punti e non posso che essere in accordo con te. Se solo la coscienza e la costanza fossero di tutti..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: