Skip to content

La strage degli ignoranti

5 ottobre 2009

Lo so che corro il rischio di attirare un sacco di polemiche ma non posso non scrivere questo post. Premetto che, di qui in avanti, ignorante sarà utilizzato letteralmente, ovvero colui che non conosce, che ignora.

Tutta Italia ha davanti agli occhi in questi giorni 23 vittime (in progressivo aumento) di un assassinio perorato dall’ignoranza. Non la pioggia, non la piena, non la frana, non il fango, non il cemento ma solo l’ignoranza.

La Sicilia è un posto stupendo i cui abitanti però, per moltissime ragioni storiche e culturali, si sono sempre prestati alla manipolazione. Non che lombardi o veneti siano degli sveglioni, ma i siciliani riescono a farsi prendere per il culo come pochi altri, o almeno fanno finta.

Voglio dire che non è possibile accettare che il presidente del consiglio, all’indomani di questa strage, vada a dire che l’alluvione era “prevista ma non così grave”, salvo poi esser smentito dalla protezione civile.

Voglio dire che non è possibile fare spallucce se il presidente della regione, rappresentante della politica corrotta, mafiosa e schifosa che governa da 50 anni nell’isola (testualmente da Wikipedia: Laureato in medicina e chirurgia …..nel 1977 è dirigente nazionale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana guidato da Marco Follini) dice che: “non tollereremo ulteriori abusivismi edilizi”, “qui bisogna ri-naturalizzare”, “c’è un clientelismo che rispetto alle demolizioni mancate può portare a eventi drammatici e a crimini che hanno ucciso 24 persone.” .

Voglio dire che un Ministro di questa Repubblica che dica con fare arrogante e superficiale: “embè, che c’entra il ponte?” non lo si può perdonare alle prossime elezioni.

Voglio nettamente dire che l’ignoranza è la causa di questa strage. E non mi riferisco all’ignoranza rispetto alle tematiche della geologia, dell’idrogeologia e dell’ingegneria. Alcuni di noi si laureano in queste discipline per esser al servizio degli altri, di chi fa altro nella vita.

Parlo dell’ignoranza verso le istituzioni, le regole, il senso civico, i diritti individuali, la sovranità del voto e del popolo. Parlo del nutrimento del clientelismo. Parlo dell’ignoranza volutamente cagionata dai partiti e della chiesa (si proprio loro, che fanno politica dagli altari durante la campagna elettorale….ovviamente pro scudo crociato) che hanno reso, da 50 anni a questa parte, quella stupenda isola unicamente un bacino sicuro di voti anti-comunisti. Si lo so i comunisti non ci sono più (ahimè), ma chiedetelo ad un elettore della dicci, diciamo di 60/70 anni, siciliano.

Voglio vedere un unico imputato alla sbarra nel processo per questa strage: l’ignoranza.

Chiunque voglia davvero fare qualcosa per risollevare quest’isola ed i suoi abitanti dall’attuale condizione, deve prima di tutto lottare e vincere contro l’ignoranza.

Penso con speranza a chi, come Sonia Alfano, in quell’isola è nata e cresciuta e da lì, grazie ai voti di chi resiste all’anestesia totale di massa, è stata eletta al parlamento europeo.

A dissipare ogni dubbio, qualora ancora qualcuno lo avesse, voglio infine dire che il pastore tedesco, il nano, ponzio, la biondona, il cocainomane, annuzza, totò e tutti quegli altri che da anni (o addirittura decenni) ci ammorbano con la “questione meridionale”, il “gap del meridione”, il “dobbiamo impegnarci per lo sviluppo di”, NON HANNO MAI FATTO UN CAZZO PER QUESTA TERRA!

Buona vita a tutti (soprattutto a sud dello stretto, stasera).

Io non mi allineo

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: