Skip to content

Il potere della rete, la condivisione della conoscenza e la Libera Repubblica.

13 settembre 2009

Mi piace vivere in questo paese. Non è solo perchè ci sono nato ma anche e soprattutto perchè non potrei fare a meno del sole, del mare, del bello che s’incontra in mille posti diversi, dell’italiano non allineato per natura, del siciliano che dopo innumerevoli dominazioni ha acquisito nel DNA la conscienza che chiunque li governi “sinni futti” (se ne frega) della gente. Per questa ragione e nonostante le attuali circostanze, non voglio andare via.

Resta però il fatto che questo stato fa veramente cagare. Ieri sera vagavo per la Festa Democratica a Milano, in attesa del concerto di De Gregori. L’unico stand in cui mi viene voglia di entrare è una libreria (il resto era più degno di una qualsiasi festa di paese, poco a che vedere con le Feste dell’Unità di una volta). Tra l’altro, mentre vago, una signorina sorridente mi mette in mano una copia di Europa; la sfoglio e ci trovo dentro un editoriale che attacca Ignazio Marino. Continuiamo a farci del male da soli. Non leggo davvero nulla che parli di progetti e visioni per un paese diverso, solo stilettate da questo a quell’altro. Giochi di potere. C’hanno ragione i siciliani.

Vabbè entro in libreria. Sfoglio un pò di titoli mentre nello stesso locale c’è una specie di piccolo convegno. Ascolto in background una discussione sulla rete ed i social network. L’oratore asserisce che il Lodo Alfano ed i progetti censori della destra governativa verso la rete non sono accettabili. Ok, ci siamo. Poi continua dicendo che “noi” però non possiamo continuare a non intervenire su questo fenomeno, dobbiamo “indirizzare” i social network affinchè assumano una linea politica intelligente ed univoca. A suo parere Google non è democratico (per via del modo in cui indirizza il navigatore) e propone una Rai riformata come contenitore e classificatore dei siti internet a servizio dei cittadini. Ok, non ci siamo più: andate a cagare! Ci risiamo con lo stesso programma politico espresso in modo meno diretto e più “intellettuale”. C’ha ragione Beppe Grillo, è il PdmenoL.

Vorrei tanto rimettere in mano all’ufficio anagrafe la mia cittadinanza, con tanto di passaporto ed altri documenti.

Stamattina leggo l’ultimo post del blog di Jacopo Fo e torno a sorridere. Mi viene parallelamente in mente che, dopo esser stato ad Alcatraz ed averlo incontrato insieme a tante altre piacevolissime persone, ne ho parlato un pò in giro ed ho scoperto che pochi (almeno tra le persone con cui vengo in contatto giornalmente) ne conoscono esistenza ed iniziative. Dato che credo fortemente nel potere della rete (e questo blog sta avvalorando la mia ipotesi, pur nel suo piccolo), mi sono proposto di inserire tra le ragion d’esistere di questo spazio anche la “promozione” delle idee degli altri (Alcatraz, Jacopo Fo, Beppe Grillo, Maurizio Pallante e MDF, i Comuni Virtuosi, la Rete degli Ecovillaggi e tanto altro). Non ne voglio trarre alcun vantaggio, se non quello di contribuire ad arricchire la conoscenza, veder cambiare le coscienze e poi….magari, le cose. Lancerò un sondaggio sul blog con una lista di idee ed iniziative da trattare (per adesso solo con miei post che,spero, saranno linkati e trakkati da altri che linkeranno e trakkeranno e così via…..). A voi la scelta su cosa leggere. Informazione on demand che diventa diffusione delle idee e delle iniziative.

Per cominciare (squillo di trombe e rullo di tamburi), annuncio che il luogo poetico che, al momento, costituisce l’anelato punto d’arrivo del nostro viaggio chiederà l’annessione (o almeno un gemellaggio con condivisione della costituzione) alla Libera Repubblica di Alcatraz. Quest’ultima ha proclamato secessione dallo stato italiano con tanto di propria bandiera, moneta, territorio e costituzione, il 25 Luglio 2009. Chiunque verrà quindi a trovarci sarà sottoposto a schedatura, tesseramento, indottrinamento ed esame d’ammissione (giurare sulla costituzione è troppo facile, noi non ci facciamo prendere per il culo!)

Riporto qui gli articoli al momento disponibili, approvati per acclamazione, della Libera Repubblica di Alcatraz:

Articolo 1 – La Libera Repubblica di Alcatraz e’ una nazione fondata sulla poesia. Essa nasce dal rifiuto della banalita’, dalla ricerca e il desiderio di fantasia e generosita’ e nel diritto alla felicita’.

Articolo 2 – La Libera Repubblica di Alcatraz promuove la crescita spirituale dei suoi cittadini. Riconosce il valore mistico e terapeutico del comico, del gioco, della convivialita’, del bello e del rispetto della parola data.

Articolo 3 – Ripudiamo la violenza in ogni sua possibile forma, fisica, verbale o psicologica.

Articolo 7 – Riconosciamo il legittimo anelare di tutte le creature alla vita e alla felicita’, siano esse creature umane, animali o invertebrate (anche le formiche hanno i loro diritti).

Articolo 13 – All’interno dei territori della Repubblica sono legalizzati tutti i matrimoni, anche interspecie (per noi puoi sposarti anche un tavolo se lo ami veramente).

Articolo 14 – Nella Libera Repubblica di Alcatraz la sfiga e’ un reato punibile con massaggi in acqua calda e sedute di comicoterapia.

Articolo 22 – Tutti i cittadini hanno diritto alla sepoltura grauita delle loro ceneri all’interno dei Sacri Confini della Patria. Diventare cittadini della Repubblica conviene! Quando muori risparmi circa 3000 euro di sepolcro e hai anche diritto a un funerale clown.

Se vi interessa approfondire cliccate sul link sopra. Alcatraz è in Umbria, tra Perugia e Gubbio. Potete andarci per il weekend (praticamente tutto l’anno) o per una settimana in estate. E’ un posto davvero speciale, ve lo consigliamo assolutamente!! (Prima però leggete bene il “questa casa non è un albergo” pubblicato sul sito).

Noi vi terremo informati su Alcatraz e su tanto altro ancora….in viaggio e poi giunti a sud ovest.

Buona vita a tutti

Io non mi allineo

Annunci
One Comment leave one →
  1. la.parolini permalink
    14 settembre 2009 19:20

    Informa, linka, trakka… raccontaci questo viaggio e metti in movimento le idee che già ci sono ma nessuno ha interesse a promuovere… !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: