Skip to content

Convergenza adattativa

10 settembre 2009

Sono un geologo con una specializzazione in micropaleontologia. Non faccio questo mestiere, ma questa è un’altra storia.

In questi ultimi mesi ho notato che idee ed esperienze di diversi movimenti convergono verso intenti, idee, programmi molto simili. Le ultime settimane sono state poi un’escalation. Fuori dai movimenti, diciamo tra gli amici ed i colleghi, assisto sempre più spesso a discorsi su come cambiare vita migliorandola, mandare a cagare sti qua che davvero non hanno capito nulla e che ci stanno privando della felicità di vivere e la serenità d’ogni giorno in nome del profitto a tutti i costi. Cambiare vita non vuol dire necessariamente “bar sulla spiaggia alle maldive”, ma anche semplicemente fare un lavoro che ci appaga di più e ci fa vivere meglio, vivere in un posto migliore, avere più tempo per noi, famiglia ed amici, affrancarsi sempre più dal denaro e riacquistare la capacità di assegnare ai momenti della vita il giusto peso.

Ieri, ad esempio, il blog amico Melapar(l)o postava un’idea nata probabilmente nei corridoi: apriamo un autolavaggio. I vantaggi, descritti in 5 punti, sono (consapevolemente?) in sintonia con la definizione di decrescita felice che da Pallante sulla prima pagina del sito di MDF.

Cosa c’entra la convergenza adattattiva? Eccovi la definizione: l’adozione, da parte di organismi diversi, di «soluzioni tecniche» simili per adattarsi all’ambiente, talvolta anche partendo da organi e apparati differenti. La convergenza adattativa è osservabile in milioni di anni di storia della terra, essa discende direttamente dalla teoria darwiniana dell’evoluzione delle specie.

Su un piano meno fisico e più morale-intellettuale-culturale, nel 2009 ci stiamo ancora evolvendo per rispondere alle pressioni dell’ambiente che ci circonda, convergendo verso soluzioni molto simili.

Il fatto è che la convergenza adattativa è un miracolo della natura, un esempio di grandezza della vita, il modo attraverso cui le specie sono sopravvissute agli sconvolgimenti che hanno interessato la terra….tutte con “soluzioni tecniche” molto simili. Ne deriva che la convergenza dei non-allineati del 2009 potrebbe salvarci tutti dal delirio. Ne deriva anche che stiamo assistendo, e siamo protagonisti, di un miracolo della natura.

Che spettacolo!

P.S. Le teorie più accreditate sostengono che solo gli organismi meno evoluti e meno specializzati sono capaci di sviluppare un adattamento convergente. Per questo i dinosauri si estinsero. Erano talmente evoluti e specializzati che i loro geni non erano più in grado di sviluppare soluzioni divergenti da quelle che fino a quel punto avevano attuato. I non-allineati del 2009 saranno analoghi ai mammiferi di 65 milioni di anni fa? Loro s’adattarono e si salvarono. E gli allineati saranno analoghi ai dinosauri? Loro si sono adattati e specializzati meglio di noi e per questo ci rimarranno secchi?

Come per tutto quello che riguarda la terra, ci vorrà tempo per leggere il verdetto.

Buona vita a tutti

Io non mi allineo

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 7 giugno 2013 16:25

    Molto bello il blog… pero’ aspetto nuovi post, e’ da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbe’, intanto mi iscrivo ai feed RSS, continuo a seguirvi!

  2. Anonimo permalink
    12 marzo 2013 20:56

    ma nn ce la definizione di convergenza adattativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: